Radice di genziana

11,00 

La radice di genziana ha composti amari che sono stimolanti per le papille gustative. Questi producono un rilascio riflesso di saliva e succhi gastrointestinali che favoriscono l’appetito.

Il suo sapore amaro è dovuto alla presenza di glicosidi secoiridoidi che conferiscono proprietà benefiche all’apparato digerente, alleggerendo la digestione, stimolando l’appetito e favorendo l’espulsione e la secrezione epatica della bile trattenuta nella cistifellea.

Oltre ai componenti sopra menzionati, ne presenta altri come ad esempio:

  • Acido Longanico che ha attività antinfiammatoria.
  • Xantoni e glicosidi xantonici che presentano bioattività.
  • Isogentisina che presenta effetti protettivi contro i danni endoteliali.

Benefici della radice di genziana

Come abbiamo già detto, la genziana è una pianta medicinale con grandi benefici per il corpo come:

  • Problemi digestivi: spiccano le sue proprietà epatoprotettive e digestive. Aiuta la digestione lenta e difficile, eliminando la sensazione di pesantezza di stomaco. Favorisce le secrezioni gastriche, eliminando i gas che si accumulano durante la digestione e prevenendo così le coliche intestinali.
  • Diuretico naturale: eliminazione delle tossine accumulate nell’organismo. Di conseguenza, il fegato è protetto e il sangue è purificato, diminuendo i livelli di acido urico alto. Inoltre, l’eliminazione del sodio attraverso l’urina aiuterà a regolare i livelli di pressione alta. Di scelta nei casi di alta pressione sanguigna.
  • Problemi della pelle: L’applicazione esterna di Genziana è raccomandata per la riduzione dell’infiammazione delle ferite e delle condizioni della pelle.
  • Antiparassitario naturale: è ideale per prevenire la comparsa dei vermi.

Come si usa?

Uso esterno

  • Per i casi di ferite o psoriasi e problemi della pelle, la radice di genziana viene applicata localmente, sulla zona interessata. La radice viene aperta a metà e posizionata sulla zona da trattare. Per fissarlo alla pelle si può mettere intorno ad esso una benda o un panno. Dopo 20-30 minuti viene rimosso e l’operazione viene ripetuta se necessario.
  • Il decotto o l’infuso di genziana può essere usato anche esternamente per applicare sui capelli.

Uso interno

  • Infuso di genziana: mettere da 4 a 5 grammi di radice di genziana in una tazza e aggiungere 200 ml di acqua bollente. Coprire e lasciare riposare per 7-10 minuti. Poi servitelo e potrete addolcirlo.
  • Sciroppo di genziana: portare 1 litro d’acqua ad ebollizione in un piattino. Quando l’acqua inizia a bollire, aggiungere 100 grammi di radice di genziana e lasciarla bollire per un solo minuto. Togliere dal fuoco e lasciare riposare per 10 minuti. Schiacciare le radici con un mortaio o simili per estrarre tutto il liquido.
  • Decotto di genziana: mettere 500 ml di acqua in una casseruola. Quando si arriva all’ebollizione aggiungere 10 grammi di radice di genziana. Lasciare bollire a fuoco medio per 5 minuti. Coprire e lasciare riposare fino a quando non si raffredda a temperatura ambiente. Quindi versatelo e potete assumerlo.
  • Liquore di genziana: lasciar macerare per 20 giorni 28 gr di buccia di arancia, 56 gr di radice di genziana e 14 gr di cardamomo in un litro di brandy. Una volta pronto, il liquore è un ottimo digestivo a fine pasto.